Mer. Giu 29th, 2022

RAELIOGGI

le Notizie al Primo Posto

Cultiver la différence et non l’indifférence

2 min read

Musica, emozioni, condivisioni contro l’indifferenza

Emozionante il concerto conclusivo del Progetto Erasmus “Cultiver la différence et non l’indifférence” che si è tenuto giorno 7 maggio, presso la Sala Gagliardi di Noto, a cui hanno partecipato studentesse e studenti del nostro Istituto “Matteo Raeli” e del Centre Médical et Pédagogique pour Adolescents de Neufmoutiers-en-Brie.

L’evento ha visto il suo momento centrale in una performance di Musiche e Parole composte sia da noi ragazze e ragazzi italiane/i sia francesi, per la cui realizzazione abbiamo preso parte per un intero anno scolastico ad un laboratorio musicale guidato da docenti dell’istituto e da professori di musica, anche se il progetto ha avuto origine durante l’inizio della pandemia.

Il nostro gruppo musicale è formato da diversi cantanti, solisti e non, da clarinettisti, da una pianista, da un chitarrista e da un ragazzo francese che suona il cajón, uno strumento a percussione tipico peruviano.

Il titolo del progetto indica perfettamente l’intento di tutte le attività: valorizzare la differenza e farne tesoro, andare oltre i propri egoistici interessi non rimanendo indifferenti e non lasciandosi condizionare e limitare dalle diversità sia culturali sia, come in questo caso, individuali.

La partecipazione al laboratorio musicale è stata, dunque, il pretesto per poter condividere alcune delle nostre giornate con studentesse, studenti, professoresse e professori che ci hanno permesso di entrare in contatto con una realtà che spesso dimentichiamo e che invece esiste: quella realtà che riguarda ragazze e ragazzi che non hanno le stesse possibilità di chi può frequentare una scuola normalmente, perché si trovano in condizioni di salute particolari che li portano a dover passare gran parte del loro tempo in ospedale, per potersi sottoporre alle necessarie cure mediche.

Nonostante tale situazione sicuramente non semplice, è stato profondamente toccante e oggetto di numerose riflessioni percepire la volontà di ragazzi e ragazze francesi di studiare e di non arrendersi di fronte alle difficoltà e agli ostacoli che si possono presentare nel corso del cammino della nostra vita, concetti più volte ribaditi nei testi delle nostre canzoni che hanno tanto coinvolto, commosso ed emozionato un vasto pubblico.

Il progetto avrà la sua continuazione nelle prossime settimane con un ultimo concerto che terremo in Francia.

Lavinia Campisi – 3ªA Liceo Scientifico

Copyright © All rights reserved. | Newsphere by AF themes.